Irrigazione notturna

L’evaporazione durante le ore notturne o nelle primissime ore del giorno è minima quindi, distribuendo acqua in questa fascia oraria, diminuisce l’apporto irriguo da fornire all’impianto.

Micro aspersione sottochioma

È il metodo d’irrigazione, in parte differente dalla goccia, perché pur mantenendo un’ala distributrice lungo ogni filare, sfrutta micro o mini-irrigatori.

Irrigazione a goccia

L’irrigazione a goccia è un metodo di irrigazione che somministra lentamente acqua alle piante, sia depositando l’acqua sulla superficie del terreno contigua alla pianta o direttamente alla zona della radice.

Candele antigelo e bruciatori

Riguardo ai sistemi che prevedono la cessione diretta di calore all’ambiente esistono i cosiddetti bruciatori a combustione di GPL.

Ventilatori antibrina

Riguardo ai sistemi che non utilizzano l’irrigazione il più diffuso è sicuramente il ventilatore.

Bordi e siepi

Il mantenimento o ripristino di elementi naturali che delimitano il confine di campi o delle aziende stesse rallenta i movimenti dell’acqua dal suolo ai corpi idrici e riduce l’erosione dovuta all’acqua e al vento.

Barriere frangivento

Il frangivento o frangivento vivo o quinta arborea è l’insieme di alberi e/o arbusti perenni disposti secondo una particolare sistemazione “a filare”, in particolare sui bordi sopravento, atta a riparare le coltivazioni dal vento.

Micorrize

L’utilizzo delle micorrize ha lo scopo di accelerare lo sviluppo vegetativo nelle primissime fasi di crescita per aumentare l’efficienza produttiva delle colture nella finestra temporale di crescita.