it | en

Azioni di ADAttamento

Riutilizzo in campo dei residui legnosi

Descrizione

I residui legnosi sono stati ampiamente rivalutati negli ultimi anni. In forma di scarti di potatura o come cippato se interrati aumentano sensibilmente il contenuto di carbonio stabile nel terreno grazie all’elevato contenuto di lignina.
Se utilizzati in quantità massiccia, senza ulteriori azioni, potrebbero provocare una temporanea perdita di fertilità dovuta all’alterazione del rapporto carbonio/azoto nel suolo. Col tempo invece il terreno avrà numerosi benefici sia dal punto di vista chimico che fisico.
In particolare, questa pratica migliora la ritenzione idrica del suolo, creando un’ottima porosità. Fornendo struttura al terreno aiuta a combattere l’erosione. Inoltre, in casi particolari il cippato può essere usato come materiale naturale pacciamante riducendo drasticamente l’evaporazione dell’acqua dal terreno. L’interramento dei sarmenti in vigneto può essere tuttavia vettore di malattie per cui risulta conveniente la raccolta in rotoballe e la produzione di biochar da applicare nuovamente nel terreno.

Caratteristiche

Filiera interessata:

Ortofrutticola, Vitivinicola

Rischio climatico:

Eccesso idrico, Erosione, Precipitazioni intense, Siccità

Ambito di azione:

Acqua, Gestione agronomica, Suolo

Azione di mitigazione:

Difficoltà tecnica:

Bassa

Applicabile ad aziende di dimensioni:

Piccole, grandi

Efficacia dell'azione rispetto a:

Siccità
Bassa
Erosione
Bassa
Eccesso idrico
Bassa
Precipitazioni intense
Bassa

Orizzonte temporale rispetto a:

(Riferito all’efficacia dell’azione da un punto di vista economico, agronomico e ambientale)

Siccità
Medio termine: da 3 a 5 anni
Erosione
Medio termine: da 3 a 5 anni
Eccesso idrico
Medio termine: da 3 a 5 anni
Precipitazioni intense
Medio termine: da 3 a 5 anni